Regione Toscana | Provincia di Lucca

ricerca--portale--comune
ricerca--portale--comune
IMG-20190802-WA0012

Lo stadio comunale affidato per 15 anni all’Academy Porcari

Sarà l’Academy Porcari a gestire lo stadio comunale per i prossimi 15 anni. Questo l’esito della manifestazione di interesse promossa dall’amministrazione Fornaciari e approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale lo scorso 21 giugno.

 

L’esito della procedura pubblica curata dall’ Ufficio Sport risulta di fatto in continuità con il passato, dal momento che la società guidata dal presidente Stefano Silla aveva già da qualche anno la gestione diretta dell’impianto.

 

“La durata molto più lunga dell’affidamento ci offre adesso la possibilità di realizzare progetti di sviluppo ulteriore che possano valorizzare al meglio la struttura – afferma Silla – attraverso il lavoro della scuola calcio e magari anche con la possibilità di ospitare eventi di rilievo – ad esempio le gare del Torneo di Viareggio – con ricadute interessanti per le attività commerciali”.

 

“Ci fa molto piacere che l’Academy possa continuare a svolgere la sua attività nello stadio comunale – spiega il sindaco Leonardo Fornaciari -, soprattutto per il lavoro che da anni svolge con ottimi risultati nella promozione dei giovani. Non ho dubbi che sarà così anche in futuro. Nel bando si chiedeva espressamente alle società interessate di avere come asset principale il settore giovanile, con la presenza di istruttori qualificati e in grado di formare adeguatamente i nostri ragazzi. In questo ultimo periodo anche l’amministrazione ha fatto la sua parte, investendo oltre 200 mila euro per importanti interventi sull’impianto, compresi i servizi igienici riservati a persone con disabilità. Ora – conclude il sindaco – l’augurio è che lo stadio possa continuare ad essere un luogo aperto e inclusivo, una casa a disposizione di tutta la Comunità porcarese soprattutto dei più giovani che vogliono avvicinarsi allo sport”.

Copyright © 2020. Tutti i diritti riservati. Sviluppato da Smai srl Accedi